Articoli filtrati per data: Dicembre 2017 - Associazione Trastevere ROMA

Gentiloni ( carissimo ) non ti far convincere a promuovere e approvare la legge Ius soli; usa questi ultimi giorni , anzi ore , per aumentare le tasse e balzelli vari. Avrai la riconoscenza dei nostri giovani  che andranno a lavorare all’ estero con grandi soddisfazioni personali e dei pensionati che si trasferiranno in oasi terrestri dove si vive bene anche con 500 / 600 € al mese. Una stangata inferiore ai 1000 € è irrisoria perché essendo “ consueta “ per questo fine anno abbinato a fine legislatura ne attendevamo una molto più sostanziosa .

 Associazione Trastevere Rione XIII

 

 

Roma, 26 dic. (AdnKronos) - Dalle bollette della luce ai pedaggi autostradali. Passando per assicurazioni, servizi bancari, prodotti per la casa e spese scolastiche. Con il nuovo anno arriva anche la consueta stangata di prezzi e tariffe che toccherà quota +952 euro annui per una famiglia media. "Mentre, secondo le ultime stime Istat, cresce il rischio povertà o esclusione sociale - sottolinea in una nota Elio Lannutti di Adusbef - con la popolazione esposta a rischio pari a 18.136.663 individui, superiore di 5.255.000 unità rispetto al target UE previsto, una disuguaglianza dei redditi maggiore rispetto alla media dei Paesi europei, si profilano ulteriori salassi per le tasche dei cittadini dal 1 gennaio 2018, stimati da Adusbef in 952 euro a famiglia"."Dalle bollette della luce, destinate ad aumentare - come segnalato al Governo e dall’Autorità per l’energia - per 22 milioni di famiglie dal 1 gennaio 2018, in previsione del processo di riforma delle tariffe, che penalizza gli utenti con minori consumi, specie se residenti, quantificati in 22 milioni di abitazioni su 29 totali, quindi con un potenziale impatto redistributivo tutt'altro che irrilevante, al gas, ai pedaggi autostradali, alle assicurazioni, ai servizi bancari, al caro assicurazioni, alla spesa alimentare, ai ticket sanitari, ai trasporti, servizi idrici, alla tassa sui rifiuti"."Il nuovo anno è alle porte, ma a giudicare dai primi segnali sul fronte dei prezzi nulla di buono aspetta i consumatori italiani, che nel 2018 - spiega - subiranno la consueta stangata di prezzi e tariffe che toccherà quota +952 euro annui, per una famiglia media, con il traino verso l'alto di trasporti, alimentazione, Rc Auto, servizi bancari, Tari (invece di essere restituita dato l’errato calcolo), i prodotti per la casa, le spese per la scuola, le tariffe professionali".La previsione di aumenti per il 2018 "è aggravata non solo dalla crescita dei costi energetici, ma anche da alcuni fenomeni speculativi o derivanti da inefficienze di sistema, con aumenti implacabili dei costi delle assicurazioni e dei servizi bancari". "Tali incrementi per molte famiglie risultano insostenibili, per questo - conclude - è urgente una seria azione del Governo per controllare e contrastare ogni aumento ingiustificato, e porre un argine ad aumenti surrettizi di pochi euro, con la certezza dell’impunità data l’assenza di una class action (approvata all’ unanimità dalla Camera dei Deputati il 3 giugno 2014, bloccata al Senato per espresso veto di Confindustria e banche recepita dal ministro Maria Elena Boschi, che taglieggiano e saccheggiano i redditi) formidabile deterrente contro i predatori".

 

Pubblicato in Giornale di Trastevere
Sabato, 16 Dicembre 2017 16:30

BITCOIN quanti sogni svaniranno

BITCOIN quanti sogni svaniranno

 

Finalmente chi doveva fermare sul nascere il mercato dei bitcoin oggi è rinsavito. E’ iniziata una indagine per truffa a danno di tanti ignari cittadini che , sollecitati dai media o personalmente , hanno acquistato questa criptovaluta . Almeno dalla notizia data dal telegiornale. Valutiamo che molti anche in Italia abbiano “ abboccato “ alla  folle pubblicità che prometteva enormi guadagni giornalieri a chi investiva ( ? ) anche piccole somme ( da € 50 in su ) con i vari traders, società o persone , che hanno guadagnato ingenti somme, euro e dollari, dando in cambio “ sogni milionari “ . Solo sogni. Proprio ieri abbiamo appreso che le banche statunitensi hanno deciso di tradare in bitcoin : evidentemente la crisi economica mondiale precedente ma ancora attuale , creata da queste banche statunitensi , e che ha messo in ginocchio in particolare il nostro paese e altri , ha insegnato nulla.

Bitcoin è una moneta elettronica creata da un anonimo inventore che sviluppò un'idea da lui stesso presentata su Internet .

A differenza delle valute esistenti e negoziabili i bitcoin non sono regolati da un ente centrale ( Borsa , Consob ); il valore è determinato dalla leva domanda e offerta : esso utilizza un database distribuito tra i nodi della rete che tengono traccia delle transazioni, ma sfrutta la crittografia per gestire gli aspetti funzionali, come la generazione di nuova moneta e l'attribuzione della proprietà dei bitcoin.

I BITCOIN non hanno valore reale e quindi non sono negoziabili legalmente. Questa criptovaluta esiste ed esisterà nominalmente e finché sarà acquistata con moneta valida ( euro, dollaro, sterlina ).

 

Intesa Sanpaolo, Unicredit, Goldman Sachs, Jp Morgan

24 set 2017 - “Se avessimo personale che fa trading di Bitcoin, lo licenzierei in un secondo”, ha commentato il CEO specificando che la moneta “è contro le regole” della banca.

 

 

INVITO INVIATOCI

 

Giovanni Mancini Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. tramite aweber.com 

The St. Regis Mardavall Mallorca Resort 5 stars
Carretera Palma-Andratx 19
Portals Nous Mallorca 07181
SPAIN 

 

Zero debiti, auto nuova, mutuo pagato ed una bella vacanza in famiglia si presentano all’orizzonte 

Se vuoi trovarti in questa situazione, questa è la tua occasione 

Impara i segreti e lavora con successo da casa 

Nessuna presa in giro, truffe, o raggiri 

è una cosa nuova e limitata a sole 21 persone solo oggi <===

Cordiali Saluti 

Unisciti al The Bitcoin Code

I membri di The Bitcoin Code è un gruppo riservato esclusivamente agli iscritti che sfruttano gli incredibili profitti offerti dai Bitcoin e stanno accumulando un’enorme fortuna.

Bitcoin Code Members se ne stanno generalmente in vacanza perché possono fare i loro investimenti in pochi minuti utilizzando il loro portatile ovunque nel mondo.

Ed ecco qualche testimonianza di chi ha creduto in questo software e adesso sta facendo una vita da nababbo...

Laura Anguillara

 

Bitcoin Code recensioni e opinioni

Abbiamo già accennato alle tante recensioni e opinioni che si trovano su internet a proposito di Bitcoin Code. Purtroppo, coloro che hanno provato Bitcoin Code ne sono rimasti delusi. In pratica, tutto il denaro depositato secondo le indicazioni dei creatori di Bitcoin Code è letteralmente sparito nel nulla.

Dalla lettura delle recensioni di Bitcoin Code si capisce facilmente che si perde assolutamente tutto, fino all’ultimi centesimo. E’ ovvio quindi che le opinioni su Bitcoin Code siano pesantemente negative e molte recensioni segnalano anche che è stata fatta una regolare denuncia presso le competenti autorità (Polizia Postale o Magistratura).

Ovviamente fino a questo momento ci siamo limitati alle recensioni reali, di persone vere che hanno provato Bitcoin Code e hanno poi lasciato su Facebook o sui forum la loro opinione. Se andiamo sul sito di Bitcoin Code, invece, possiamo trovare tutta una seria di recensioni davvero entusiastiche come:

“Sono membro di Bitcoin Code da soli 47 giorni ma la mia vita è cambiata completamente! Non solo ho guadagnato i miei primi 100.000 € ma ho anche conosciuto un sacco di persone fantastiche. Grazie Stefano!”

“Mia moglie deve darmi un pizzicotto tutte le mattine quando guardo il conto in banca e dirmi che non sto sognando. Cifre del genere sul MIO conto non ci sono mai state. Il bello è che aumentano in continuazione…un sogno. Adesso so cosa significa non avere un capo e guadagnare decine di migliaia di euro ogni settimana!”

“Ho fatto investimenti in Borsa a livello professionale ma non ho mai visto niente del genere in 10 anni. I miei colleghi mi hanno preso per pazzo quando mi sono licenziato per passare a Bitcoin Code. Adesso, con 384.594 € in più sul conto, mi IMPLORANO di farli partecipare”.

Potremmo continuare con moltissimi altri esempi ma è inutile: si tratta chiaramente di recensioni fasulle, scritte dai creatori di Bitcoin Code per convincere i dubbiosi a investire soldi con loro.

Bitcoin Code: chi è Stefano Savarese

Il metodo Bitcoin Code sarebbe stato elaborato da un genio chiamato Stefano Savarese. Ma chi è? Ecco come si presenta Stefano Savarese sul sito ufficiale di Bitcoin Code:

Ciao – Sono un ex sviluppatore di software per una grande azienda di cui preferisco non fare il nome.
Sono il creatore di un programma per effettuare contrattazioni in Bitcoin che ha generato profitti per 18.484.931,77 € solo negli ultimi 6 mesi.
È un programma che permette di diventare milionari più velocemente di quanto fu possibile con Uber, Facebook e Airbnb.
Se vuoi guadagnare un milione con i Bitcoin, guarda il video in alto e scopri come fare.

La verità è che Stefano Savarese non esiste! Per curiosità abbiamo provato a visitare il sito di Bitcoin Code nelle varie lingue e abbiamo scoperto che il nome del creatore del metodo cambia sempre:

Italiano

Stefano Savarese

Inglese

Steve McKay

Spagnolo

Sergio Marlón

Tedesco

Sven Hegel

Svedese

Stefan Holmquist

Norvegese

Steffen Madsen


Insomma, Stefano Savarese non esiste
. Un’ulteriore prova per stare lontani da Bitcoin Code.

 

 

Pubblicato in Giornale di Trastevere

 

El Embajador de España en Italia, El Embajador de España ante la Santa Sede

y el Rector de la Iglesia Nacional Española

de Santiago y Montserrat

tienen el honor de invitarle

 

España canta la Navidad en Roma

Reyes y pastores ante el portal

VIERNES, 15 DE DICIEMBRE DE 2017, A LAS 18.00 HORAS

 

Via di Monserrato 115, Roma

 

ENSEMBLE VOCAL E INSTRUMENTAL DE LA IGLESIA NACIONAL

ESPAÑOLA DE SANTIAGO Y MONTSERRAT

D. Daniel GOBERNA SANROMÁN,

  

 

Sigue turrón y cava

Via di Monserrato 115, Roma

 

 

Piazza S.Pietro in Montorio, 3 • 00153 Roma

Tel +39 (06) 581.28.06

Fax +39 (06) 581.80.49

 

www.accademiaspagna.org

Pubblicato in Giornale di Trastevere
Mercoledì, 06 Dicembre 2017 17:29

Azienda offre 70 posti, ma non trova nessuno

Azienda offre 70 posti, ma non trova nessuno

Nel Veneto la disoccupazione è a livello molto contenuto e per uno stipendio lordo di 1.560 E che effettivamente , al netto delle tasse, è ridotto a circa 1.000 E , un ingegnere o  altro tecnico specializzato non è sicuramente disponibile a trasferirsi dal centro /sud , dove persone con tali caratteristiche e titoli sono disponibili. Tra spese per abitazione , alimenti, bollette, ecc… l’eventuale dipendente con tale somma non “arriva a fine mese” (frase fatta e diffusa). Si.ra Liliana , se avesse fatto questa semplice riflessione non si sarebbe stupita. Ha provato a offrire anche una sistemazione abitativa ? Ci piacerebbe che 70 giovani disoccupati ma capaci trovassero un valido lavoro.

Associazione Trastevere Rione XIII

  

 

Yahoo Finanza

Se cercate lavoro, la Antonio Carraro è l’azienda che fa per voi. Le possibilità di essere assunti sono almeno 70, tanti quanti i posti offerti nella ricerca di nuovi dipendenti. Ricerca che, al momento, è infruttuosa: da mesi, infatti, l’ufficio ricerca del personale attende risposte dalle agenzie interinali del territorio. Risposte che non arrivano.

Il territorio è quello di Campodarsego, provincia di Padova, dove la Carraro ha sede. L’azienda è storicamente tra le più affermate nella produzione di trattori compatti per l’agricoltura specializzata: è ben strutturata e sta solidamente sul mercato. Eppure, non riesce a trovare professionalità adatte ai profili da inserire nell’organico.

L’offerta è su posizioni come le seguenti: ingegneri meccanici progettisti, periti meccanici disegnatori, operatori addetti alle lavorazioni meccaniche, alla carpenteria, al controllo qualità del prodotto, periti elettrici e elettromeccanici. E il contratto è quello che sogna la maggior parte di chi cerca lavoro: a tempo indeterminato. Nello specifico, come ha dichiarato al Gazzettino la responsabile Relazioni esterne, Liliana Carraro, «offriamo un contratto base di terzo livello che fa riferimento al contratto nazionale del settore metalmeccanico, con una retribuzione di 1.590 euro lordi mensili».

La Carraro cerca dunque manodopera specializzata per rendere operativi i nuovi robot inseriti in catena di montaggio, a seguito di nuovi e congrui investimenti in innovazione tecnologica. Per risolvere la questione, l’azienda ha deciso di comportarsi come un concessionario d’auto e di organizzare per sabato 16 dicembre una giornata «Porte aperte», per invogliare chi è alla ricerca di lavoro a unirsi ai 380 già impiegati nell’azienda medesima.

«È incredibile che non si riesca a trovare nessuno – ha detto Carraro sempre al Gazzettino -. Siamo una azienda sana, capitalizzata, sicura, con mensa e servizi per i lavoratori. Come è possibile che non ci siano persone interessate a far parte del nostro gruppo? Forse i giovani di oggi vogliono fare tutti il medico o l’avvocato, ma non credo che riusciranno a trovare pane per i loro denti nell’Italia in cui viviamo».

 

 

 

Pubblicato in Giornale di Trastevere