Crisi di coppia: cosa fare e a quale psicologo rivolgersi a Roma

Vota questo articolo
(1 Vota)

Il matrimonio rappresenta per molte coppie il coronamento del loro sogno d’amore, un inizio per formare il proprio nucleo familiare e crescere i propri bambini. Però molto spesso questo sogno d’amore si trasforma in un vero e proprio incubo, dove sia la donna che l’uomo si sentono intrappolati e schiacciati da diversi problemi che insorgono dopo la tanto agognata cerimonia.

Anche i fidanzamenti appena iniziati o quelli duraturi, non sono esenti da queste problematiche, che si presentano periodicamente e che minano la serenità del rapporto, e che se non affrontati in tempo e nella maniera giusta può portare spiacevoli strascichi incomprensioni e ferite.

Incompatibilità di carattere, problemi pregressi non risolti in tempo, o semplicemente la fine dell’amore, possono portare a dei gravi problemi di coppia. Tutto questo, unito alle innumerevoli fonti di stress che la vita in una metropoli porta con sé, porta ad uno stato di tensione spesso ritenuto insostenibile o insuperabile.

Non si tratta però di una verità assoluta e spesso, decidendo di affiancarsi al giusto professionista, è possibile individuare le cause della crisi di coppia e superarle. Chi cerca oggi uno psicologo a Roma esperto in problemi di coppia, all'interno del Consultorio Antera Onlus Roma, troverà dei validi terapisti in grado di affrontare in maniera analitica e pianificata le ragioni che preludono alla fine di una relazione e indicare la strada da intraprendere per superare molte problematiche.

Cause che scatenano i problemi di coppia

La causa più frequente di una crisi di coppia è l’adulterio. Se ne sente parlare spesso, e la maggior parte delle coppie affronta questo problema, riversando sul partner “colpevole” la quasi totale colpa e responsabilità dell’evento. Capita di frequente che uno dei due partner tradisca l’altro con un’altra persona. Questo dipende sostanzialmente dalla fine dell’amore o da una crisi momentanea di uno dei due che sfocia nel tradimento. La conseguenza è il crollo della fiducia all’interno della coppia e l’abbassamento di stima nei confronti del traditore.

Se la coppia è ben assortita e l’ombra del tradimento dovesse far vacillare il rapporto, un buon terapista sarebbe in grado di aiutare ad individuare quali sono le cause che hanno spinto uno dei partner a tradire. Ognuna delle parti poi, sia quella tradita che quella che ha tradito, ha il dovere di mettersi in discussione perché spesso le colpe sono condivise, e lo scopo della terapia deve essere improntato a ricostruire la fiducia persa.

Capita delle volte che presi dalla foga del momento ci si innamori di una persona, o si pensi di esserlo, ma che per una cosa e per l’altra ci si accorge di essere incompatibili a livello caratteriale. Questo può avvenire dopo un tot di anni o dopo pochi mesi, ma sempre troppo tardi. Cosa fare in questo caso?

Molti esperti consigliano, soprattutto se ci si accorge subito di queste discrepanze e se si tiene al rapporto e non ci si vuole lasciare, di indagare meglio sul carattere e sulle aspettative dell’altra persona, per capire se il suo modo di pensare e se i suoi valori possano in qualche modo coincidere con i propri. Alle volte è bene adattarsi all’altra persona o ancora meglio accettare la diversità del partner, e non farsi trascinare dalla smania e dalla pretesa di cambiare il suo carattere in base alle nostre aspettative. La diversità fa parte della natura umana, e saperla accettare è il modo migliore per convivere ed essere felici.
Un periodo di convivenza in questo può aiutare molto, è un ottimo banco di prova per testare la solidità del rapporto, solo in questo modo si potranno affrontare insieme le problematiche e risolverle, oppure se l’incompatibilità è davvero profonda, decidere alla fine di prendere strade differenti.

Una causa frequente delle problematiche di coppia il più delle volte risiede nelle famiglie di provenienza. Molto spesso la famiglia è molto più deleteria di molte altre cose. Mamme, padri, nonni, zii, fratelli, sorelle ecc… tendono ad intromettersi in una relazione, proiettandovi all’interno gelosie, invidie e problematiche non risolte, minando in questa maniera il rapporto. Per quanto possa essere difficile, questo è un problema risolvibile che però va affrontato insieme ai propri parenti.

L’invadenza nella vita quotidiana di uno o più parenti può comportare dei disagi notevoli. Molto spesso si esce di casa dopo i 30 anni, e si è fino a quel momento dipendenti economicamente, e in parte psicologicamente dai parenti. Essi tendono quindi a metter bocca nelle questioni di coppia, spesso invadendo la privacy o il modo di vivere.

Gli psicologi consigliano di affrontare il problema parlandone con il partner, facendo notare la tensione che “l’invasione” di quel determinato parente comporta nell’armonia della coppia. Bisognerà quindi lasciare che sia il partner a parlare privatamente con quel parente e ridimensionare i ruoli e gli spazi che competono.

Il valore dello psicologo esperto in problemi di coppia

Esistono molti altri problemi che potrebbero essere la causa di una crisi di coppia e, come già affermato, spesso risolverli in maniera autonoma diventa una sfida insuperabile. Affidarsi al giusto professionista che, in posizione di terzietà, sappia far leva sulle giuste motivazioni per risolvere le cause della crisi è spesso la soluzione più efficace sia a medio che a lungo termine.

Non bisogna vergognarsene, in quanto ogni coppia affronta delle sfide e delle problematiche durante il corso della vita: affrontare il problema il prima possibile, evitando che si trasformi in qualcosa di più grave, è invece la mossa più saggia se si tiene all’unità del rapporto, alla persona vicina e se si è veramente innamorati. Come si dice, l’amore risolve ogni cosa.

 

Come superare una crisi coniugale e di coppia?

Prima di mettere la parola fine alla storia coniugale, cerca sempre il dialogo se questa strategia non è più sufficiente te ne accorgerai immediatamente, dopo ogni esplosione di rabbia le accuse continueranno sempre più accese e quando queste si tramuteranno in una sorta di vendetta personale significa che il rapporto è entrato in crisi. Una rivincita personale porterà immancabilmente alla fine della vita di relazione in quanto prevarrà l'esigenza del singolo di sopravvivere all'unione, affidati ad un aiuto psicologico prima che sia troppo tardi

Letto 20 volte