Vota questo articolo
(0 Voti)

PUBBLICHIAMO LA MAIL INVIATA ALLA SEGRETERIA DEL SINDACO MARINO IL 3 GENNAIO PRIMA CHE NOMINASSE I VERTICI DELL'AMA. ABBIAMO APPRESO GLI ULTIMI SVILUPPI CHE CERTO NOI NON AUSPICACAMO E LA SITUAZIONE RIMANE FERMA. www.associazionetrastevere,it

 

ASSOCIAZIONE TRASTEVERE RIONE XIII

” ASSOCIAZIONE ONLUS SENZA SCOPO DI LUCRO , APOLITICA E APARTITICA , SOCIALE E CULTURALE E PER LA TUTELA E LA VALORIZZAZIONE DI TRASTEVERE RIONE XIII DEL 1° MUNICIPIO DI ROMA CAPITALE “.

mail : associazionetrastevereXIII@gmail .com www.associazionetrastevere.it

Al Sindaco di Roma Capitale

IGNAZIO MARINO

 

Eg. dott. Marino

abbiamo appreso che in questi giorni, dopo aver constatato di persona la situazione dei rifiuti su alcune strade e della relativa raccolta nel territorio di Roma, si accinge a nominare i nuovi vertici dell’ AMA.

A questo proposito Le chiediamo che tali nomine, sia dei vertici che a capo delle varie zone della suddetta azienda in cui la città è divisa, siano nominati dei tecnici, in particolare ingegneri, capaci e possibilmente giovani che hanno voglia di studiare la situazione (anche prendendo esempio dai paesi che hanno trovato un sistema efficace ) e di fare. A Roma e in Italia ce ne sono tantissimi e perché costringerli ad andare all’estero per far valere le loro capacità ?

Noi ci occupiamo di Trastevere, Rione XIII del 1° Municipio Centro Storico, e qui la situazione ha superato limiti insopportabili per un decoro decente per i residenti, per i tantissimi visitatori e turisti stranieri. E sappiamo che Lei auspica in particolare proprio il decoro.

La ringraziamo anticipatamente se terrà conto di quanto sopra poi naturalmente a Lei la scelta.

Marco Gargani

Vota questo articolo
(0 Voti)

Roma, 14 dicembre – Si chiama “Evasioni romane” ed è un mercatino di Natale molto speciale che mette in vendita i prodotti realizzati dai detenuti delle carceri romane. L’iniziativa, promossa dal Garante dei detenuti di Roma Filippo Pegorari, dall’ assessore capitolino all' Ambiente Marco Visconti e dall’ associazione di promozione di economia carceraria “Recuperiamoci”, si tiene a piazza Mastai, in Trastevere, ed è il primo evento del genere a Roma: un modo concreto per partecipare a quella rieducazione del detenuto di cui parla anche la Costituzione.

Fino al 31 dicembre sarà possibile acquistare un po’ di tutto, dai formaggi al panettone, dai mosaici alla pelletteria: cose diverse che hanno in comune il fatto di essere stati realizzati dalle 35 cooperative sociali che operano nel settore penitenziario. A sostegno dell’iniziativa, tra i tanti stand della mostra-mercato natalizia ce ne sarà uno dell' assessorato all'Ambiente di Roma Capitale, dove verranno venduti i prodotti dell' azienda di Castel di Guido.

L’assessore Marco Visconti, presentando la manifestazione in Campidoglio, ha ribadito che la città deve sapere cosa accade dentro gli istituti di pena, e a questo scopo sono in cantiere molti progetti, tra cui uno sulla raccolta differenziata da realizzare a Rebibbia assieme a Legambiente.

Il Garante dei Detenuti, Filippo Pegorari, ha aggiunto che “I prodotti che saranno esposti negli stand sono stati realizzati in carcere dai detenuti sotto la guida di esperti agronomi e veterinari, e non soffrono la concorrenza perché la loro qualità è davvero alta.”

 

 

 

13 DIC 2011 RR

Vota questo articolo
(1 Vota)

Roma, 17 dicembre – Il sindaco Gianni Alemanno, ha prorogato al 17 marzo 2012 la validità dell’ordinanza antialcol 213 del 29 settembre 2011, che era in vigore fino al 16 dicembre. L’ordinanza pone limiti alla vendita e al consumo di bevande alcoliche nei luoghi della movida romana.

 

In particolare da sabato 17 dicembre, è vietata la vendita al dettaglio o per asporto di bevande alcoliche dopo le 23. Vietati anche la somministrazione e il consumo di alcol su strade pubbliche o aperte al pubblico transito, dalle ore 23 alle ore 6, ad eccezione delle giornate del 31 dicembre 2011 e 1° gennaio 2012.

Il divieto è valido in tutti i giorni della settimana e i municipi interessati sono: I, II, III, VI, XI, XIII e XX.

In allegato il testo dell’Ordinanza con il dettaglio delle strade in cui sono in vigore i divieti

 

16 DIC 2011 – MZ